copyright

© copyright 2015

18 nov 2017

Che ne sarà di noi?

Che ne sarà di noi? 
Che ne sarà di noi? 
Ma chi ci pensa a noi?
disgraziati senza dio,
con le mani sempre sporche,
ed un bersaglio sulla fronte
disegnato con il sangue.
...Ma chi ci pensa a noi?
poveracci senza più sogni,
che non credono più in niente,
e se ne stanno in riva al mare
con le spalle infreddolite.
Lontani da tutto.
Traditi dal mondo,
calpestati e derubati,
masticati e poi sputati come fossimo rifiuti.
Ma che ne sanno gli altri?
dei nostri cuori fatti a pezzi,
dei nostri occhi spenti e stanchi,
che non hanno più la forza
per fare a botte con la vita.
Noi messi da parte.
Nascosti giù in cantina,
abbandonati,
etichettati come mostri...luridi e deformi,
che se il cielo non ci vede
sono tutti più tranquilli.
...Che ne sarà di noi?
di questo nostro girotondo,
se anche il cielo come niente
può crollare all'improvviso,
e noi lì senza riparo...
...ce ne andremo col sorriso


Questo testo è protetto contro il plagio.
Questo testo è depositato 
ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. 
Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

-Che ne sarà di noi-© 2017- by–arkom freeflight-
   is licensed under a Creative Commons Attribuzione –
Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported License

Posta un commento