copyright

© copyright 2015

18 mag 2016

Notte rivelatrice

© 2016

Ed egli stava lì... Fermo immobile a fissare il vuoto: quando di colpo la notte più nera si abbatté su di lui.Era come se tutto il dolore del mondo si fosse riversato nel suo cuore,ed era un dolore troppo forte da sopportare, troppo sfiancante per potervi resistere, e allora..si lasciò andare in quel istante smise di pensare, smise di sognare,si abbandono a quel senso di rassegnazione che ogni uomo sente nel momento in cui pensa alla morte. 
Quella notte fu per lui come una rivelazione, una spinta che in un secondo lo catapultò verso un nuovo stato di coscienza. Guardando la sua immagine riflessa in uno specchio capì che per risollevarsi sarebbe dovuto andare oltre, oltre quel mondo che lo circondava, oltre quel dolore che lo opprimeva, oltre quell’immagine stessa ,e realizzò che il solo modo per compiere quel passo era quello di fare un viaggio dentro se stesso, andare a fondo, scavare in quel turbinio di emozioni, paure, sofferenze e fragilità..con un impeto e una passione quasi violenta... fino a raggiungere la sua anima, capirne la reale essenza, il suo mistero illuminando così ogni angolo buio del suo essere.
Il battito del suo cuore iniziò a farsi più lento, il respiro man mano sempre più debole quand’ecco che gli occhi cominciarono a chiudersi dolcemente come abbandonati ad un estasi intensa densa di piacere: Sapeva... era consapevole che quel viaggio oltre che dentro di sé lo avrebbe condotto nei meandri oscuri e più reconditi del suo spirito, oltre la vita,
..... oltre la sua stessa vita ,verso quei sentimenti che provava nei confronti di chi amava e delle persone a lui care, sulle cime di tutti gli sbagli da lui fin li commessi, e fu così che iniziò a sentire con ogni fibra del suo corpo ogni minima sfumatura di colore, ogni piccolo particolare della natura, del cielo, del mondo che lo circondava,ogni secondo di vita sembrava l’ultimo.
Di colpo riprese a respirare a pieni polmoni, e l’aria che gli entrava in circolo era come se lo rigenerasse donandogli una sorta di rinascita in completa e totale simbiosi con l intero creato, era un tutt’uno con l’universo.

Il suo volto ormai aveva su di esso stampato il sorriso della conoscenza.. era in armonia con tutto ciò che lo circondava si sentiva sicuro e al sicuro. Ed era straordinario, riusciva a mettere a fuoco ogni cosa, la sua mente ormai viaggiava su livelli sconvolgenti sconosciuti e impossibili da raggiungere per qualsiasi altro mortale, era in grado di dominare e porsi al di sopra di tutto Con la sola forza di volontà, acquisì un potere una capacità che gli permetteva di distaccarsi dalla realtà circostante ed accedere cosi ad un nuovo piano di esistenza, un'altra dimensione,le quinte di un mondo tutto diverso.

L’immenso gli scorreva tra le mani come fosse limpida acqua ,il senso di tutto gli era ora chiaro non vi erano più segreti per lui, ogni mistero gli era stato svelato nella sua interezza lì..in un luogo situato tra il tempo e lo spazio aveva raggiunto l’infinito.


Notte rivelatrice- arkomfreeflight-
is licensed under a