copyright

© copyright 2015

29 apr 2016

serenata notturna

© 2016
Serenata notturna
Si srotola l'asfalto sotto i piedi
macino chilometri e chilometri,
guardo l'orologio mentre il tempo..
scorre lentamente intorno al mondo.
La notte è quasi giunta è ormai ad un passo,
tra poco il buio nasconderà ogni gesto..
calerà leggero come un manto,
morbido...come fosse velluto.
E non farà rumore,
non mi spaventerà..
e non mi scuoterà,
carezzerà leggero la mia pelle
mentre tutto intorno cade sotto il peso della sera.
E non farà pazzie,
e non farà follie,
sarà soltanto il canto fischiettante
di un uomo che passeggia incurante della pioggia.
Si svuotano le strade e la città...
di colpo in un secondo cambia faccia,
guardo l'orizzonte e intanto il mondo..
compie un altro giro in un respiro.
Riecheggiano dei passi nel silenzio,
sono i pensieri miei che vanno a spasso,
librandosi nell'aria fino al cielo.
Per poi tornare giù,
filare tra le case e tra la gente...
che dorme o che sta sveglia, che sogna o fa l' amore,
che è sola nel suo buco e aspetta un segno dalle stelle,
ma chi li sentirà?
ma chi li ascolterà?
adesso che il giorno è ormai alle porte,
e questa notte finirà..
e lei..non ci sarà.

Questo testo è protetto contro il plagio.
Questo testo è depositato 
ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. 

Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Serenata notturna- arkomfreeflight-
is licensed under a

Posta un commento